scuola 2k

ass k

azienda k

cittadino k

circolo k

990x117 copia
Nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 settembre per informazioni: 02 97699328 oppure 02 97699323

Sabato 28 febbraio 2015 pulizie del Lambro a Melegnano, con Puliamo il Fiume e Puliamo l’Oasi di Montorfano

 IMG 3763

Progetto VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica regionale

 

Entrano nel vivo le attività del progetto “VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica regionale”.

Sabato 28 febbraio, spazio alla pulizia generale delle sponde del fiume Lambro e dell’Oasi protetta di Montorfano con l’iniziativa “Puliamo il Fiume e Puliamo l’Oasi”.

I volontari, coordinati dai referenti del circolo Legambiente Arcobaleno, WWF Sud Milano e Associazione il Bradipo, si sono dati appuntamento alle 9.30 nei pressi del Ponte Cappuccina in via Verdi a Melegnano, da qui daranno inizio ai lavori, con guanti e rastrelli, per dare una bella pulita da sporcizia e rifiuti. Al termine delle attività sarà offerto un piccolo rinfresco con i prodotti della Cascina Santa Brera.

L’evento è il secondo appuntamento della Carovana del Lambro del progetto “VOLARE”, finanziato da Fondazione Cariplo e promosso dal Comune di San Giuliano Milanese con un pool di partner (Comuni di San Donato Milanese e Melegnano, Istituto Nazionale di Urbanistica e Legambiente Lombardia) che mira a esplorare le condizioni e gli interventi sviluppabili per ripristinare la connessione ecologica lungo il corridoio fluviale. II territorio del Lambro sud milanese è infatti intersecato da potenti fasci infrastrutturali, che ne interrompono la continuità ecologica e rendono indispensabile affrontare azioni riparatorie a diverse scale, da quella del paesaggio a quella, minuta, dei nodi e delle interruzioni lungo i corridoi ecologici e fluviali. La posta in gioco è alta e riguarda anche la qualità ambientale e insediativa di un quadrante strategico dell'area metropolitana: l'opportunità attivata da Fondazione Cariplo attraverso il bando 'connessioni ecologiche' traguarda proprio questo orizzonte strategico, a cui devono essere vincolate anche le progettualità legate alle nuove infrastrutture come la TEM, che aumentano la frammentazione del territorio e che pertanto devono restituire naturalità attraverso gli irrinunciabili e appropriati interventi di compensazione ecologica, a cui il progetto intende fornire un contributo per gli aspetti di corretta attuazione e indirizzi di gestione. “Gli allarmi circa la indisponibilità di risorse per le compensazioni dovute dalla TEM ci preoccupano e ci indignano: la TEM costituisce un credito ecologico giustamente reclamato dal territorio che subisce l'infrastruttura. Per questo ci aspettiamo che Regione e Area Metropolitana si facciano garanti dell'effettiva realizzazione degli interventi ecologici di compensazione da parte di TE Spa, diversamente il credito rischia di diventare inesigibile traducendosi in danno permanente per le attuali e future generazioni”.

L'Ufficio stampa Legambiente Lombardia Mario Petitto 02 87386480 – 3939283998
Ufficio Comunicazione del Comune di San Giuliano Milanese tel 02 98207216

 

gli Amici di Pim

sito denuclearizzato

banner 125x125

NOTA! Questo sito utilizza automaticamente i "cookies" per offrire la migliore esperienza di navigazione.

E' possibile avere maggiori informazioni consultando il link seguente o approvare direttamente tramite il pulsante sottostante. Per saperne di piu'

Approvo